bambini, famiglia, family blog, fotografia bambini, il mondo dei bambini, lifestyle blog, Uncategorized, vacanze bambini, viaggi bambini

Torre Guaceto con bambini …. un’oasi naturale da scoprire

luglio 13, 2017
in viaggio con i bambini torre guaceto

E’ un anno che pensiamo al giorno che saremmo tornati a Torre Guaceto, per giungere fino alla torre e tuffarci nell’acqua cristallina che abbiamo salutato lo scorso Luglio. Nell’estate 2016 non siamo riusciti a finire l’intero percorso, perchè siamo partiti senza sapere la distanza, e soprattutto senza ciabatte dato che  pensavamo fosse tutta costa di mare.

in viaggio con i bambini torre guaceto

Ma quest’anno, con ciabatte e poco peso con noi, e con tanta voglia dei bambini di arrivare al traguardo ci siamo fatti svariati km (i bambini veramente bravissimi) con pause per fare il bagno e ridare la crema perchè nonostante è stata una giornata piacevolmente ventilata (ma si sa che il Salento è così), il sole picchiava forte.

I bambini si sono alzati con molta carica perchè il solo fatto di prendere il trenino per arrivare alla spiaggia era uno stimolo alla giornata.

Torre Guaceto è veramente un’oasi naturale, che i bambini definiscono il paradiso 🙂 si estende per un tratto di costa di 8 chilometri compreso tra Punta Penna Grossa e gli scogli di Apani.

in viaggio con i bambini torre guaceto

Il paesaggio della riserva è caratterizzato dalle dune costiere, ed alla fine del percorso che ci siamo prefissati sorge una torre aragonese imponente che sembra controlla tutto il mare attorno. All’interno della riserva, vengono anche spesso rilasciate e riportate in libertà le tartarughe marine. Un’area protetta conosciuta per la biodiversità al suo interno, dove è possibile osservare una fitta vegetazione  tra cui, tra tante specie, è presente anche il lino delle fate piumoso (Stipa austroitalica). La sua storia mi è piaciuta tantissimo perchè nasconde qualcosa di magico infatti il lino delle fate piumoso ha fiori dotati di lunghe reste piumose, che conferiscono alla pianta un aspetto curioso e fiabesco da cui deriva il nome. Si tratta di una graminacea  dell’Italia Centro-Meridionale, tutelata dalla direttiva comunitaria che ha  anche una storia molto affascinante da raccontare.

in viaggio con i bambini torre guaceto

in viaggio con i bambini torre guaceto

in viaggio con i bambini torre guaceto

in viaggio con i bambini torre guaceto

in viaggio con i bambini torre guaceto

Un tempo, infatti, le antiche comunità narravano di come le “fate” la raccogliessero ed utilizzassero il lino per produrre i vestiti argentati che poi avrebbero permesso loro di luccicare nella notte.
La passeggiata è stata piacevole ma con bambini piccoli leggermente faticosa. Noi abbiamo preso il tempo necessario a loro rigenerandoci all’interno delle varie piscine naturali che si creano lungo il percorso. Una pace assoluta in cui solo il rumore delle cicale faceva da sfondo (oltre all’euforia dei bambini).
E poi che dire, ora ci vive pure un fenicottero rosa, uno solo, ma si è nascosto molto bene oggi perchè sapeva bene che me lo sarei portata via con me a Reggio Emilia 🙂

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply